Istanbul Day 1 con Ghenghis

di Linda Capeloto Sendowski il 4 Maggio 2010

Turchia viaggio 643

Giovedi 22 aprile

Il Ramada nel Nisantasi quartiere è centrale a tutti e un ottimo hotel per il prezzo. Ancora una volta, si partecipava in un elegante ed elaborata prima colazione a buffet, tra cui una nuova ordinazione bar frittata. Un caffè nero con zucchero me armato per l'avventura di oggi. Il nostro nome è Gengis guide, come Gengis Kahn, un anziano signore gentile che non sembrano preoccuparsi molto per il nostro ordine del giorno al di là delle attività previste.

Prima tappa e il vecchio ashkenazita Shul costruito nel 1900 che ha ancora una congregazione che frequentano e vibrante oggi. Dopo essere uscito dalla macchina la nostra guida ci ha portato oltre la torre di Galata e giù per ripide tortuose stradine di un cancello di sicurezza oscuro per entrare nel Shul. L'arco intagliato complimentato il bellissimo soffitto a cupola e vetrate. La tabella Teva o preghiera era nella parte anteriore del santuario in contrasto con in mezzo come in un sefardita Shul. Questo Shul ha un secondo balcone unico. Le donne siedono nel primo balcone. Un bel signore ha dato un po 'di parlare della storia di questa Shul e la nostra guida tradotti.

Seguendo la nostra guida dalla sinagoga, abbiamo camminato lungo una ripida grado in un viale affollato dove il nostro autista è venuto a prenderci. Avanti, abbiamo guidato attraverso traffico terribile, torcendo, e girando, poi guida attraverso un ponte e oltre le mura esterne della vecchia Costantinopoli alla famosa Ahride sinagoga. Il Ahride è un sefardita Shul restaurato. Lo si può vedere da solo su appuntamento e deve presentare i vostri passaporti in anticipo, così come una applicazione prima del tuo viaggio. Abbiamo parlato ladino con il curatore, la signora Soriano. Lei sicuramente assomigliava alle Sorianos che conoscevamo da bambini a Seattle.

Il Shul è famosa per la Teva. Si trova nel centro del santuario intagliato e laccato a forma di poppa di un galeone, una riproduzione di una delle navi del Sultano inviato in Spagna nel l'Inquisizione per salvare gli ebrei e portarli all'Impero Ottomano.

Abbiamo lasciato il Ahride sensazione molto emozionante e mi sono fermato per un breve bicchiere di tè e un boreka. L'autista ci ha trovato e si è proceduto a guidare al porto dove la nave pendolari va avanti e indietro per le Isole dei Principi per tutto il giorno. Le Isole dei Principi sono quattro piccole isole nel Mar di Marmara dove i residenti ricchi passano le loro estati. Il più famoso è Byukada dove molti ebrei hanno ancora le loro residenze estive. Non ci sono auto su Byukada solo a piedi o in carrozze trainate da cavalli. La nave era piena di persone che trasportavano valigie piene di roba che stavano prendendo verso le loro case per iniziare a farli pronto per la stagione. Abbiamo ancorato in Byukada in 30 minuti e sbarcammo. La città al bordo delle acque era già collaborando con i turisti e negozi turistici. Alla nostra sinistra c'era una fila di ristoranti di pesce fresco con il pescato del giorno visualizzato sul ghiaccio in teche di vetro esterna coperta ristoranti e posti a sedere in tutto, per el mangiare all'aperto sul bordo della banchina. Abbiamo scelto il nostro pesce e poi un ragazzo è venuto rotonda con un enorme vassoio di mezze e abbiamo scelto il nostro mezze. Diversi tipi di melanzane, insalata, e dolmas oh era deliziosa.

Dopo pranzo, abbiamo raggiunto il ripido pendio dove le carrozze trainate da cavalli stavano aspettando e siamo saliti su e preso una corsa alla cima dell'isola. L'isola è una collina molto ripida che offrano le case sontuose vista incredibile sul Bosforo e Istanbul. Dopo siamo tornati giù, abbiamo passato un bel paio di carretti gelato, e lokma o Burmuelo stand. Hot Burmuelos fuori del petrolio e insaporita con sciroppo di miele, semplicemente fantastico!

Successivamente, ci siamo imbarcati sulla nave di nuovo a Istanbul corretto ma prima fermati sulle altre 3 isole a raccogliere tutti i tipi di passeggeri. Ragazze e ragazzi in uniformi scolastiche o nel l'ultimo vestito con vecchie signore babushkaed, donne alla moda, ultra ortodossi giovani musulmani da un altro paese con solo fessure che mostrano gli occhi ci attentamente costituiti, quello che un mélange di persone. Abbiamo ancorato e camminato al bazar delle spezie, con grande delusione Genghis ', ha voluto darci lezioni presso il museo archeologico. Prima il Bazar delle Spezie ci siamo fermati al Rustem Pasha Mosque e looke le belle blu Iznik piastrelle in soggezione. Ho avuto una visita litle da una tasca di prelievo e le mie monete bagno sparita dalla mia tasca.

Il Bazar delle spezie o Bazar Egiziano è un tripudio di colori, odori e da non perdere. Siamo entrati attraverso la via del ritorno passando tutti i negozi di giardinaggio prima, e poi nella sala principale, con i suoi alti soffitti a volta e bancarelle di venditori di spezie. Misti in tra i venditori di spezie sono occasionali souvenir e sciarpa negozi anche, ricami e alcuni negozi di gioielli. Le spezie erano freschissima in una serie incredibile di colori, gialli, aranci, rossi, 'lady lady venire ho zafferano puro dall'Iran' grida un venditore mentre passo da. C'erano così tanti tipi diversi di Baharat miscele per kebab, per kufte per ....... Ora qui a destra ha cominciato negozi con Lokum, noci, ogni genere di mandorle, arachidi, nocciole ,, fammi comprare un pezzo di questo e un po 'di quello. Il custode negozio indossava guanti di plastica per raccogliere le mie noccioline. Sono così consapevoli pulite qui; davvero può mangiare da qualsiasi luogo. Infine, ci strappiamo stessi via con molto rammarico per tornare in albergo. Io sono esausto. Dopo Gengis ci hanno lasciati siamo corsi al piano di sopra a goccia di f acquisti giorni e siamo andati a trovare un posto per la cena. Un isolato dall'hotel abbiamo trovato una cena fatta in casa tutti i giorni, per le persone normali. Il bianco scintillante di pulizia piastrelle del luogo era molto invitante. Il posto stava per chiudere in pochi minuti alle 8:00 PM ma la madre era ancora in servizio, essiccati fasoulia fagiolo, Patligan ripieni (melanzane), riso e dolma. Era vero cibo fatto in casa, così buono. Ci sentiamo domani

Quota
Print This Stampa questo | Versione PDF

Lascia un tuo commento


(Solo ID. Nessun link o simboli "@")

Post precedente:

Next post: